Pubblicazione e Conservazione atti

La piattaforma AccessoPA prevede l'interoperabilità dei dati pubblicati nell'Amministrazione Trasparente e nell'Albo Pretorio predisponendone l'automatica conservazione digitale a norma del DPCM 3 dicembre 2013.

Trasparenza Italia

 

Amministrazione Trasparente

La sezione dell'Amminstrazione Trasparente fornita agli enti pubblici è aggiornata agli obblighi di pubblicazione previsti dal dlgs. n. 97 del 25 maggio 2016.

Sono pubblicati, raggruppati secondo le indicazioni di legge, documenti, informazioni e dati concernenti l'organizzazione dell'amministrazione, le attività e le sue modalità di realizzazione come previsto dal Decreto Legislativo 14 marzo 2013, n.33 - Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 80 in data 05/04/2013 - in vigore dal 20/04/2013).

I dati, vengono pubblicati per cinque anni e sono esposti in forma tabellare per una migliore esposizione, consultabilità, rintracciabilità e conservazione. Come previsto dal citato decreto e dalla legislazione in materia, le pubblicazioni sono in formato aperto e totalmente accessibili; i dati possono  essere salvati dal cittadino e dalle imprese in formato elettronico "csv, xml e xls" con specifiche funzioni automatiche poste sulla parte inferiore della tabella.
Ulteriori caratteristiche

 

Albo Pretorio

L'Albo Pretorio è lo spazio dedicato all'affissione virtuale degli atti destinati, per legge, regolamento o disposizione comunale, alla conoscenza pubblica.

Nell'Albo pretorio on line, ai sensi della Legge n. 69 del 18 giugno 2009 confluiscono i documenti prodotti dall'ente quali, a titolo esemplificativo, delibere, provvedimenti conclusivi di procedimenti amministrativi, atti amministrativi di carattere generale, determinazioni dirigenziali, pubblicazioni matrimoniali, avvisi elettorali, varianti al piano regolatore, elenco degli abusi edilizi, ordinanze e avvisi provenienti dagli uffici comunali, pubblicazioni di atti insoluti o non notificati, istanze di cambio nome, elenco oggetti smarriti, bollettino lotterie nazionali, avvisi vendite all'asta, licenze commerciali, bandi di concorso, gare d’appalto, avvisi disponibilità di alloggi in affitto, atti vari su richiesta di altri enti.

La natura, modalità, termini e responsabilità delle pubblicazioni sono disciplinati da apposito regolamento adottato dall'ente.
Ulteriori caratteristiche

 

Conservazione digitale e sostitutiva

Conservazione digitale ActainfoQuesta  sezione dell'applicativo è riservata alla pubblicazione e conservazione digitale dei documenti informatici prodotti dalla Pubblica Amministrazione e conservati ai sensi del DPCM 3 dicembre 2013.
Vi confluiscono:
- i pacchetti di versamento (PDV) generati automaticamente durante la pubblicazione delle informazioni nell'Albo Pretorio e nell'Amministrazione trasparente;
- i pacchetti di versamento (PDV) generati per classi documentali specifiche non soggette a pubblicazione.

L'accesso all'area è riservato al personale abilitato dall'Ente per lo svolgimento delle operazioni di archiviazione dei documenti informatici.

 

Whistleblowing - Segalazione illeciti

Il servizio per la "Segnalazione degli illeciti - whistleblowing" prevede l'utilizzo da parte dell'Ente Pubblico dell'applicativo WHISTLEACTA realizzato da Actainfo su piattaforma open source Globaleaks conforme alle “Linee guida in materia di tutela del dipendente pubblico che segnala illeciti (c.d. whistleblower)” emanate dall'ANAC - Autorità Nazionale Anticorruzione - con Determinazione n. 6 del 28 aprile 2015.
La legge 6 novembre 2012, n. 190 (Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell'illegalità nella pubblica amministrazione) con l'art. 1, c. 51 ha recepito l’introduzione nell’ordinamento nazionale di un’adeguata tutela del dipendente pubblico che segnala un illecito.